Essicazione

NB. Aggiornamenti al 7 ottobre in coda … 

Molti ritengono che la temperatura di essicazione utilizzata dal Severin (v. post “Polvere”) sia troppo elevata.
La temperatura massima dichiarata e’ 70 gradi.
Occorre precisare che la temperatura non e’ paragonabile ai 70 gradi di un forno, e’ la temperatura del flusso d’aria.
I peperoncini non si “tostano” e il risultato e’ comunque ottimo.

Pero’ per la qualita’ non si fa mai abbastanza …

Ci sono in commercio essicatori con regolazione della temperatura (Stockli, Domus) molto validi, ma purtroppo a prezzi molto piu’ elevati.

Una possibile soluzione per chi utilizza un Severin e’ a portata di mano.
E’ molto semplice inserire un dimmer per poter regolare o azzerare la temperatura della resistenza che riscalda l’aria.

75441889c6c090c145dab613ee21d4c8.jpg
L’aggiunta interna e’ solo il cavetto nero con i due fili marrone e blu.
Esternamente si nota la scatola con il dimmer, uguale a quelli che si utilizzano per variare l’intensita’ luminosa delle lampade.
Il modello utilizzato e’ bticino HS4402.
b8fec5c4e6352f3f7a02f6d2129692d4.jpg
La temperatura puo’ essere variata da zero al massimo in modo continuo.
E’ anche possiible spegnere del tutto la resistenza, lasciando in funzione solo la ventola.
Sto effettuato una essicazione di prova con una temperatura intermedia e con solo un paio di griglie; dopo 9 ore i frutti sono essicati parzialmente (con il Severin originale sarebbe gia’ tutto finito), ma tutto procede bene … appena completata l’essicazione, riferiro’ tempi e risultato.

E’ doveroso un ringraziamento a mio nipote Enrico (elettricista di professione) per la realizzazione pratica đŸ™‚

———————– 

… molte ore dopo …

L’essicazione procede bene, ma e’ mooolto lenta …

Indicativamente saranno necessarie 24 ore …

Il risultato e’ decisamente buono a giudicare da come i peppers mantengono i colori; una valutazione precisa delle differenze rispetto all’essicazione a temperatura maggiore sara’ possibile solo a operazione completata e dopo aver macinato il prodotto essiccato …

———————–

Essicazione completata in circa 24 ore.
L’aspetto finale dei frutti e’ molto buono, conservato perfettamente il colore.
In serata macino e valuto piccantezza, profumo ecc.

———————–

A completamento di questo argomento, ho effettuato un test con un Severin riempito completamente con Fatalii (2 griglie), Naga (2 griglie) e Habanero brown (1 griglia); tutti i frutti tagliati a meta’ e disposti abbastanza “larghi”.
Temperatura di essicazione misurata sulla prima griglia impostata a circa 50°, molto meno sulle griglie superiori.

Il tempo necessario per l’essicazione completa e’ lunghissimo, circa 48 ore.

Ho macinato e valutato la polvere di Fatalii. 
Il risultato e’ molto buono; il colore e’ sensibilmente piu’ “giallo” di quella ottenuta con l’essicazione a temperatura maggiore.
Il profumo sembra migliore, ma la differenza non e’ (a mio avviso) cosi’ notevole come si potrebbe pensare.

Comunque (considerando anche che sono poco sensibile gli odori) sto facendo valutare a chi mi capita a tiro le differenze (senza indicare come sono state ottenute le polveri); a breve tirero’ le somme.

Secondo me per un’essicazione ottimale e rapida servirebbe un sistama che muova molta piu’ aria; sto architettando qualcosa … đŸ™‚

 

 

Essicazioneultima modifica: 2007-10-03T10:20:00+00:00da nagalone
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in peperoncini piccanti. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Essicazione

Lascia un commento